2 Bilancio di sostenibilità

Bilancio di sostenibilità

Il Bilancio di sostenibilità è il documento di rendicontazione dove l’azienda tiene traccia della propria performance ESG (e, quindi, dei propri progressi in ambito ambientale, sociale e di governance).

Da solo restituisce il ritratto di un’impresa sotto molteplici aspetti: dalle emissioni alla gestione dei consumi energetici, dall’impegno sociale alla formazione dei dipendenti.

Il bilancio di sostenibilità ha il vantaggio di racchiudere in un unico documento tutto quello che un’organizzazione ha fatto a livello sociale e ambientale, permettendole di comunicare agli stakeholder il giusto riconoscimento per il suo impegno.

Bilancio di sostenibilità: 
perché è utile farlo?

I vantaggi che una PMI può ricevere dalla redazione del bilancio di sostenibilità sono molti.

Gli obiettivi di beneficio comune sono l’elemento che differenzia una Società Benefit dalle altre tipologie societarie.

Si pensi anche solo in termini di brand reputation, e quindi all’immagine che dà di sé sul mercato, aumentando il proprio appeal nei confronti di possibili partner e collaboratori.


Il bilancio di sostenibilità è uno strumento prezioso per chi è interessato a tessere dei rapporti più solidi con la Pubblica Amministrazione, ma anche per tutti coloro che desiderano ottenere un accesso più facile al mercato del credito e delle risorse finanziarie in generale.

L’introduzione della CSRD approvata a novembre 2022, introduce obblighi di trasparenza più dettagliati circa l’impatto delle imprese sull’ambiente e sui diritti umani, sulla base di criteri comuni in linea con gli obiettivi climatici dell’UE.
Questa direttiva europea amplia notevolmente il perimetro di aziende coinvolte nella redazione dell’informativa di sostenibilità rispetto all’attuale NFRD (Non-Financial Reporting Directive).

Chi lo deve fare e quando?

01

GRANDI AZIENDE DI INTERESSE PUBBLICO

Primo Report 2025

Criteri:
500+ impiegati
Già soggette a NFRD

Periodo:
FY dal 01/01/24

02

GRANDI AZIENDE PRESENTI IN UE

Primo Report 2026

Criteri (2 su 3):
250+ impiegati
Assets per +20M
Tourover per +40M

Periodo:
FY dal 01/01/25

03

PMI QUOTATE

Primo Report 2027

Le PMI quotate saranno soggette a specifici requisiti di reporting. Potranno posticipare la presentazione dei report fino al 2028 (scelta sconsigliata)

Periodo:
FY dal 01/01/26

04

ENTITA EXTRA UE

Primo Report 2029

Presenza in UE con tourover maggiore di 150M in UE e almeno una filiale con un tourover maggiore di 40M

Periodo:
FY dal 01/01/26

Vuoi diventare Società Benefit, ma non sai come affrontare il cambiamento?

Contattaci, possiamo guidarti nel tuo percorso di evoluzione sostenibile

Rimani sempre aggiornato sulle ultime notizie

iscriviti alla nostra newsletter

Nome e cognome(Obbligatorio)
Policy privacy(Obbligatorio)